Protocolli Di Microdosaggio Con I Tartufi Allucinogeni

Pubblicato :

Protocolli Di Microdosaggio Con I Tartufi Allucinogeni

Il microdosaggio di tartufi allucinogeni offre diversi vantaggi, ma è fondamentale adottare un protocollo di microdosaggio adatto alle proprie necessità. Se eseguiti correttamente, questi metodi possono aiutarvi ad esprimere le vostre potenzialità, innalzando umore, concentrazione e creatività a livelli mai raggiunti prima.

Quando si tratta di assumere microdosi di tartufi allucinogeni, spesso emergono dei dubbi riguardo la frequenza di somministrazione. Dopo aver determinato la microdose di sostanza allucinogena (generalmente 0,5–1g), quanto spesso dovremmo assumerla per massimizzare i suoi benefici? Per rispondere a questa domanda possiamo affidarci ad un protocollo di microdosaggio.

QUAL È IL PROTOCOLLO DI MICRODOSAGGIO IDEALE?

Un protocollo di microdosaggio è un regime o uno schema da seguire quando si assumono microdosi di tartufi allucinogeni. Tenendo conto dello stile di vita del consumatore, il protocollo può contribuire ad individuare la microdose ottimale e, al tempo stesso, soddisfare le esigenze dei principianti, degli esperti e di chi abbina la psilocibina ad altri integratori.

I protocolli possono variare ampiamente, ma di solito si basano su “giorni di somministrazione” e “giorni di riposo”. I giorni di somministrazione sono quelli in cui si assume la microdose di tartufi allucinogeni, mentre nei giorni di riposo l'organismo ha la possibilità di azzerare la propria soglia di tolleranza e godersi gli effetti residui dell'ultima assunzione. È inoltre consigliabile fare una pausa prolungata dopo ogni ciclo completo di somministrazione (maggiori informazioni nei paragrafi successivi).

4 METODI DI MICRODOSAGGIO

Di seguito elencheremo alcuni dei protocolli più utilizzati per il microdosaggio. Ciascuno racchiude pro e contro, quindi spetta a voi scegliere quello più adatto, in base alle vostre esigenze e al vostro stile di vita. Raccomandiamo inoltre di seguire questi protocolli per un massimo di sei settimane, dopodiché è consigliabile fare una pausa di 2–4 settimane.

METODO 1-1

Il primo metodo è uno dei più semplici ed intuitivi. In questo caso, infatti, la microdose viene assunta a giorni alterni, un giorno sì e uno no. Questo schema, oltre ad essere molto semplice da seguire e rispettare, è particolarmente adatto sia per i principianti che per gli psiconauti esperti. Come principale svantaggio, chi assume microdosi per la prima volta potrebbe aver bisogno di una pausa più lunga tra una somministrazione e l'altra.

Protocollo di microdosaggio esemplificativo:

  • Giorno 1: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 2: Pausa
  • Giorno 3: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 4: Pausa
  • Giorno 5: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 6: Pausa
  • Giorno 7: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni

METODO 1-2

Questo metodo, soprannominato “protocollo Fadiman”, segue un concetto altrettanto semplice, ovvero assumere la microdose ideale e poi sospendere la somministrazione nei due giorni successivi.

I due giorni di pausa sono perfetti per i principianti, poiché permettono all'organismo di metabolizzare la psilocibina ed acquisire familiarità con gli effetti residui, ovvero le sensazioni positive che persistono dopo aver assunto la psilocibina. L'ulteriore giorno di sospensione può essere utilizzato per annotare le proprie emozioni e riflettere sull'esperienza spirituale vissuta.

Protocollo di microdosaggio esemplificativo:

  • Giorno 1: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 2: Pausa (effetti residui)
  • Giorno 3: Pausa
  • Giorno 4: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 5: Pausa (effetti residui)
  • Giorno 6: Pausa
  • Giorno 7: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni

METODO 4-3

Il metodo 4-3 è un altro famoso protocollo ideato dal celebre micologo Paul Stamets. Rispetto ad altri protocolli, questo metodo prevede anche l'assunzione di funghi criniera di leone e niacina. Si tratta di una tecnica avanzata, poco adatta ai principianti. Tuttavia, secondo Stamets, la combinazione di queste sostanze promuove la funzionalità cerebrale e la salute in generale.

Protocollo di microdosaggio esemplificativo:

  • Giorno 1: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni, fungo criniera di leone e niacina
  • Giorno 2: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni, fungo criniera di leone e niacina
  • Giorno 3: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni, fungo criniera di leone e niacina
  • Giorno 4: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni, fungo criniera di leone e niacina
  • Giorno 5: Assunzione microdose di fungo criniera di leone
  • Giorno 6: Assunzione microdose di fungo criniera di leone
  • Giorno 7: Assunzione microdose di fungo criniera di leone

METODO 7-7

Se avete intenzione di concentrarvi a tempo pieno sulle vostre avventure psicoattive, il metodo 7-7 è perfetto per voi. Assumendo microdosi di tartufi allucinogeni quotidianamente potrete massimizzare gli effetti, senza sollecitare eccessivamente l'organismo. Ovviamente, dovrete fare una pausa (solitamente di una settimana) per consentire al vostro corpo di azzerare la soglia di tolleranza alla psilocibina. Questo schema a cadenza quindicinale permette ai consumatori di sperimentare pienamente gli influssi creativi dei tartufi allucingeni.

Protocollo di microdosaggio esemplificativo:

Settimana 1

  • Giorno 1: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 2: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 3: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 4: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 5: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 6: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni
  • Giorno 7: Assunzione microdose di tartufi allucinogeni

Settimana 2

  • Giorno 1: Pausa
  • Giorno 2: Pausa
  • Giorno 3: Pausa
  • Giorno 4: Pausa
  • Giorno 5: Pausa
  • Giorno 6: Pausa
  • Giorno 7: Pausa

PROTOCOLLO FADIMAN VS PROTOCOLLO STAMETS

Sebbene la scelta del protocollo ideale si basi sulle preferenze e le necessità individuali, per molti il metodo Fadiman è il protocollo di riferimento per il microdosaggio di tartufi allucinogeni. Oltre ad un adeguato periodo di riposo per monitorare e documentare l'esperienza psichedelica, la frequenza di assunzione permette di trarre il massimo beneficio dalla psilocibina, senza effetti travolgenti.

Dopo aver acquisito esperienza con il metodo 1-2, molte persone adottano il protocollo Stamets. L'assunzione di una dose più consistente sarebbe contraria al principio del microdosaggio, quindi l'aggiunta di integratori offre al consumatore effetti più variegati, restando fedele al concetto fondamentale di dose sub-percettiva.

CONSIGLI PER IL MICRODOSAGGIO DI TARTUFI ALLUCINOGENI

Che sia la prima o la centesima volta che assumete microdosi di tartufi allucinogeni, i suggerimenti elencati di seguito possono contribuire a migliorare la vostra esperienza ed ottimizzare gli esiti del protocollo prescelto.

• Tenere un diario sul microdosaggio: La psilocibina può allargare i vostri orizzonti e aiutarvi ad esplorare nuove prospettive. Tuttavia, questi momenti di ispirazione possono essere fugaci, soprattutto quando si assumono microdosi. È quindi essenziale documentare l'intera esperienza psichedelica, al fine di perfezionarla durante i cicli successivi. Potete affidarvi alla classica carta e penna o scegliere un approccio più moderno ed utilizzare piattaforme digitali come Notion, in cui registrare annotazioni e personalizzare i vostri protocolli di microdosaggio.

• Non cambiare protocollo a metà ciclo: Il vero scopo del microdosaggio è il viaggio stesso, piuttosto che la destinazione finale. Di conseguenza, è consigliabile attenersi rigidamente al protocollo, documentando regolarmente effetti e risultati. Se dopo aver completato un ciclo decidete di cambiare approccio, potrete sperimentare un nuovo protocollo nel ciclo successivo.

• Assumere microdosi affidandosi all'intuito: Dopo aver acquisito esperienza con il microdosaggio ed aver familiarizzato con gli effetti a livello fisico e mentale, potete provare ad assumere microdosi basandovi semplicemente sul vostro istinto. In pratica, anziché seguire uno specifico protocollo, potete assumere una microdose quando ne avvertite la necessità. Vi consigliamo di registrare (e pianificare) i giorni di sospensione, ma siete liberi di stabilire la frequenza di dosaggio.

• Le pause sono fondamentali: Interrompere la somministrazione di microdosi di tartufi allucinogeni è cruciale per la buona riuscita dei viaggi spirituali. Inoltre, le pause consentono all'organismo di azzerare la tolleranza alla psilocibina. Con il passare del tempo, il corpo tende a diventare meno sensibile agli influssi della psilocibina e per invertire questo processo è necessario attendere che il livello di tolleranza diminuisca (di solito occorrono dalle 2 alle 4 settimane).

In conclusione, la scelta del protocollo di microdosaggio dipende dalle preferenze personali. Per un risultato ottimale, è importante adottare un approccio idoneo alle proprie necessità. Seguendo i metodi ed i consigli indicati in questo articolo potrete sperimentare il microdosaggio in piena sicurezza anche se siete principianti, o perfezionare la procedura e raggiungere un livello di consapevolezza superiore!